terraligure.it

PANNELLI

Introduzione

L'irrigazione
Storia delle Terme
A lescìa
La forza Idraulica
Il carsismo
Pesca all'anguilla
La diga di Tenarda
Le alluvioni
Il lago Pigo
Le fontane

FONTANE

di Christiane Eluère

Le fontane ricordano uno spazio sociale oggi sparito.
Le fontane esistono dall’antichità. La parola “ fontana ” deriva da fonte” indica una sorgente o una costruzione che integra una canalizzazione.
Le funzione delle fontane erano
- portare l’acqua da bere alla popolazione (tutte le misure sanitarie dovevano essere prese per evitare l’iquinamento delle fontane portatrice di tifo).
- portare l’acqua negli abbevaratoi per gli animali.
- portare l’acqua per il bucato.
Le fontane rustiche non hanno grande decorazione, sono funzionali, servono a preservare la purezza dell’acqua per gli abitanti e portarla il più vicino alle case.
Probabilmente il più antico tipo di fontana è quello sistemato sul posto dove sgorga una sorgente: all’entrata di un paese (come la fontana d’Anzerin, o la Fontana dei Pignaschi). Un muro è costruito attorno alla sorgente, sul fondo delle lastre di pietra permettono di mantenere un’acqua pulita, senza terra. L’acqua è condotta da un coppo, oppure da un tubo. Nella vasca possono bere gli animali, e il troppopieno dell’abbeveratoio serve come lavatoio.
Le fontane con un muro costruito o un reparto a volta evidenziano meglio l’aspetto di luogo di incontro sociale. Offrono anche un lavatoio che invita a rimanere per chiacchierare. Per esempio, la Fontana Fredda a Pigna, o la Fontana della Piazza a Castelvittorio.
Altre fontane con una vasca poligonale, rotonda o quadrata. sono più prestigiose, ubicate nel centro di un villaggio, di una città, su una piazza, come la fontana d’Isolabona, datata 1486. Numerose fontane di questo tipo " centrale ", inoltre dell’aspetto utilitario, sono state costruite nell’Ottocento anche per essere viste.
Da notare che ogni paesino ha un predilezione per un tipo di fontane: a Pigna hanno qualche volta una vasca fatta da pietre di gumba recuperate, quelle di Dolceacqua sono spesso vasche rettangolari scavate in pietra, quelle di Perinaldo sono di forma arrotondata, ecc…

A Pigna ci sono 15 fontane

  • Fontana d’Anzerin (o dei pidocchi)
  • Fontana dei Pignaschi (alla "grotta di Lourdes ", all’entrata del paese)
  • Fontana del Fossarel
  • Fontana del Borgo
  • Fontana dei Canui (citata già nel 1575, all’origine era contro il muro della chiesa parrocchiale)
  • Fontana Piazza Castello
  • Fontana di Dererca (piazzetta Santa Croce)
  • Fontana dei Ponti (villa Isnardi)
  • Fontana della Villa
  • Fontana di Carriera Piana
  • Fontana Via Colla
  • Fontana di Pegastel
  • Fontana Via Ponte
  • Fontana dei Catru Camin
  • Fontana del Ponte de A Giaira, o dell’U Bagu o Fontana Fredda


A Buggio ci sono 7 fontane

  • Via Speroun (2 fontane)
  • Via Prearba (2 fontane)
  • Via Parrocchia
  • Via IV Novembre
  • Via Cima


fontana di Isolabona

La fontana di Isolabona del 1486
(foto Alberto Cane)

 

  INIZIO PAGINA